Resta detenuto indagato delitto migrante

Resta in carcere Antonio Pontoriero, il 43enne di San Calogero accusato dell'omicidio di Soumayla Sacko e del ferimento di due suoi connazionali, avvenuto il 2 giugno scorso nell'area dell'ex fornace nel paese vibonese. Lo ha deciso il gip Gabriella Lupoi che, pur non convalidando il fermo, ha emesso nei confronti dell'uomo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'uomo, assistito dall'avv. Franco Muzzopappa, davanti al gip ha risposto alle domande contestando tutti gli addebiti mossi dall'accusa.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Sant'Andrea Apostolo dello Ionio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...